RM+: Nuovi servizi per nuove strategie d’impresa

L’obiettivo strategico è lo sviluppo di un settore economico innovativo all’interno del più ampio denominato Economia della conoscenza dove ogni ambito, da quello pubblico a quello privato, assumano le proprie responsabilità affinché sia necessario investire su un’idea di cultura come creazione di valore, in un’ottica che tenga assieme cultura, educazione ed economia.

Quale futuro?

Il nostro futuro si compone di due aspetti innovativi principali
– La capacità di costruire relazioni forti e strutturate con settori economici contigui
– Una progettazione che colga in pieno la necessità di sfruttare plurime fonti di finanziamento siano essere pubbliche o private

In convenzione con le centrali cooperative, sfruttando le competenze maturate nella gestione amministrativa e tecnica, si offre uno spazio di maturazione, analisi e supporto sia alle nuove coop creative sia quelle società, disignate anche sotto forma associativa, in difficoltà gestionali e/o di sviluppo di nuovi business

Il primo core business di Romagna Musica è la gestione di progetti artistici ideati da altri siano essi soggetti di diritto pubblico che privato, comprese tutte le pratiche relative all’Enpals, le assunzioni e i pagamenti.

Entroterre: il festival di musica, cultura e territori dell’Emilia-Romagna

Quattro mesi di programmazione, più di 30 eventi, decine di città coinvolte tra Emilia e Romagna.
Sono questi i numeri di Entroterre, il nuovo festival regionale di musica, cultura e territori dall’anima itinerante e dal respiro internazionale.

Nato nel 2016, Entroterre propone un ricco programma di proposte, che legano l’Emilia e la Romagna in un progetto organico di valorizzazione della musica colta e tradizionale.

Il festival rappresenta infatti la fusione di due ‘anime’ culturali della Regione Emilia-Romagna, ma soprattutto di alcune esperienze storiche come JCE Network Festival(manifestazione che da 20 anni si svolge nella provincia di Forlì-Cesena, sostenuta dalla Scuola Musicale Dante Alighieri di Bertinoro) e TacaDancer (festival presente da 10 anni su tutto il territorio regionale), con il coinvolgimento di Romagna Musica(società cooperativa fondata nel ’98, che si occupa di produzioni musicali ed eventi).

Sulla base di questa importante eredità nasce dunque un nuovo festival che, da giugno a settembre 2018, proporrà 7 diversi percorsi di cultura musicale, come elemento identitario delle radici storiche emiliano-romagnole, per un totale di più di 30 eventi.

La ricca programmazione di Entroterre si inserisce a pieno titolo nella filosofia del festival, che ha come obiettivo la creazione di una “comunità musicale”, capace di investire nella creazione di valore in termini di culturaeducazione ed economia.

È per questo che Entroterre punta alla creazione di una proposta musicale trasversale d’eccellenza, senza dimenticare l’importanza di un rinnovamento basato soprattutto sul coinvolgimento e sulla formazione dei giovani musicisti. Sotto il logo Entroterre infatti, e in particolare nell’ambito dei percorsi ClassicoAntico e Festival di Musica Popolare di Forlimpopoli, sono previsti anche corsi di alto perfezionamento, tenuti da docenti qualificati.

Il festival inoltre è intimamente legato ai territori, veri luoghi culturali che sono stati la culla della crescita qualitativa dei generi musicali. Un legame che guarda anche al potenziamento della promozione turistica e, di conseguenza, alla valorizzazione delle attività economiche locali: Entroterre infatti può rientrare tra le proposte di turismo culturale e diventare calamita di visitatori per i paesi dell’entroterra.
Una prospettiva, quella di Entroterre, che si avvia a diventare un volano anche di opportunità internazionali: grazie alle esperienze di JCE Network Festival, TacaDancer e Romagna Musica, si svilupperà una rete internazionale di artisti, enti e istituzioni in grado di aprire nuove opportunità di scambio e condivisioni tra comunità culturali.

È un progetto finanziato (l.r. 13/99) da

marchio_RER_istituzionale

Sito di Entroterre Festival 

Progettare sia con enti privati che con istituzioni pubbliche eventi di forte richiamo (Hallmark Events - Ritchie 1984), ovvero eventi che nella loro progettazione abbiano ben chiaro l’obiettivo e l’impatto economico sociale che sottende la loro organizzazione, tenendo presente le sinergie di contesto.

Significa aprirsi ad un nuovo mercato sfruttando le competenze maturate nell’organizzazione di eventi con la possibilità di applicare, anche in questa tipologia di eventi, le prassi più connesse all’idea di Hallmark Events.

Si tratta di progettare e commercializzare sia in incoming che outgoing l’Hallamrk Event in una logica di promozione turistica in sinergia con gli operatori del territorio come I club di prodotto e/o le unioni di prodotto territoriali.